fbpx

Bologna e i Rasna

 

Uno straordinario viaggio alla scoperta degli Etruschi della loro antica e misteriosa cultura

Una frase di Plinio il Vecchio nel Naturalis Historia ci racconta come Bologna, già dall’antichità, fosse uno dei principali centri della civiltà, della cultura e dell’arte presenti sul suolo italico «(…) Intus coloniae Bononia, Felsina vocitata tum cum princeps Etruriae esset (…)» ossia Dentro c’è la colonia di Bologna, chiamata Felsina quando era la principale dell’Etruria. Bologna e gli Etruschi, sono stretti, dunque, da un legame arcaico,

le cui radici affondano a Villanova di Castenaso, un piccolo borgo a meno di cinque chilometri dal capoluogo, poco noto al grande pubblico se non fosse che qui, a metà del XIX secolo, vennero alla luce le prime tracce della Civiltà Villanoviana formatasi tra il X e l’VIII secolo a.C., unanimamente riconosciuta come l’origine della civiltà etrusca. La città felsinea e il territorio circostante, ne conservano significative tracce, come, ad esempio,

alcune importanti necropoli tra cui quella della Certosa o quella di Via Belle Arti o l’insediamento di Kainua (l’odierna Marzabotto) che hanno fornito importanti reperti e informazioni fondamentali per ricostruire la storia del popolo etrusco in questo territorio. Un legame, quindi, che si rinnova nel tempo e che Bologna celebra in questo periodo con una straordinaria mostra dal titolo: Etruschi, Viaggio nelle Terre dei Rasna (fino al 24 maggio – www.etruschibologna.it). Un evento progettato da Istituzione Bologna Musei e realizzato da Electa con la collaborazione della Cattedra di Etruscologia e Antichità Italiche dell’Università di Bologna e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, ospitato presso il Museo Civico Archeologico di Bologna (Via dell’Archiginnasio, 2; tel. 051 275 7 211 – www.comune.bologna.it/museoarcheologico).

Giunti al museo, ci accoglie l’archeologa Dottoressa Federica Guidi che ci accompagna alla scoperta… Leggi tutto il reportage nel nuovo numero di That’s Italia che trovi in edicola o qui nel nostro sito nella versione digitale: www.thatisitalia.it/prodotto/n-35-aprile-maggio2020

Per maggiori informazioni: www.bolognawelcome.com 

Per approfondire la redazione di That’s Italia consiglia

Anche tu collezioni magneti da frigo di tutti i luoghi italiani? Non perdere questo