fbpx

Capra? Sì, ma d’oro!

A Cavriana, nel Parco del Mincio, una antica leggenda e un Palio da non perdere

Una bianca capra rampante campeggia sullo stemma rosso di Cavriana, piccolo comune dell’alto mantovano, nel Parco del Mincio, per evidente assonanza col nome del paese e per sottolineare il legame che il luogo ha con questo animale, protagonista di una leggenda che qui si racconta e di un palio che qui si corre: il Palio della capra d’oro.

Sono sette le contrade che scendono in campo con le loro capre, scrupolosamente allenate nel corso dell’anno e che si sfidano lungo un circuito ad ostacoli, accompagnate dai ragazzini che gareggiano con loro. Una competizione particolarmente suggestiva perché si svolge in notturna, a partire dalle 23.00, preceduta da una giornata di festa che comprende spettacoli, esibizioni di giocolieri e di sbandieratori, sfilate e mercati. Una tradizione che si ripete ogni anno il primo sabato di luglio, in mezzo a strade addobbate a festa, nella cornice di questo antico possedimento

Gonzaga dove Isabella d’Este era solita passare l’estate. Ed è anche l’occasione per rievocare quel momento felice che fu per Cavriana il Rinascimento, con la presenza della corte tra le sue mura e la vita dei signori ad animare le giornate del piccolo borgo agricolo. Così tutta la festa parla di quel periodo con i costumi ispirati ai dipinti dell’epoca, gli spettacoli che mettono in scena momenti e fatti della vita d’allora e poi ancora con le bancarelle che… Leggi l’articolo completo nell’ultimo numero ora in edicola. Oppure puoi acquistare la copia qui: www.thatisitalia.it/rivista 

www.associazionecapriana.it

Per approfondire la Redazione di That’s Italia consiglia