Forest Bathing: rigenerarsi nella Natura

 

Una pratica giapponese secolare che sta conquistando sempre più “adepti” e l’Alpe Cimbra offre tante opportunità per praticarla

I “bagni nella foresta” rimettono l’uomo in contatto con un ecosistema con siamo, da sempre, connessi ma abbiamo dimenticato di esserlo e soprattutto di viverlo consapevolmente. Oltre ai numerosi benefici dal punto di vista salutistico è una pratica che vi darà davvero una marcia in più. Sull’Alpe Cimbra, in Trentino, è possibile fare numerose esperienze per provare il Forest Bathing.

Un territorio che è un vero unicum di Natura, storia, cultura e tradizioni. L’Alpe Cimbra offre un’ampia possibilità di praticare il Forest bathing e di usufruire dei benefici psico-fisici della Forest Therapy. A iniziare dal Sentiero Il Respiro degli Alberi in località Tomazol, nei pressi di Lanzino, a circa 2 km dal Lago di Lavarone: qui ci accoglie un bosco all’interno del quale si snoda un sentiero, lungo 2,4 km, disseminato di opere di land art che raccontano la vita degli alberi e fanno riflettere sulla connessione che da sempre ci lega al “mondo verde”.

Il percorso è facilmente agibile a piedi, a cavallo, in bici ed è ideale anche per famiglie con bimbi piccoli e passeggino per insegnare alle generazioni in erba l’importanza di proteggere l’ambiente che non è solo uno sfondo su cui muoversi ma un organismo vivente capace di interagire con l’essere umano e di donare benessere. Nella frazione di Bertoldi di Lavarone si può intraprendere un altro suggestivo itinerario legato all’acqua (anche per famiglie con bambini oltre i sei anni di età): il Sentiero delle Sorgenti, lungo il quale i guardiani di mucche, i vacaroti, conducevano gli animali all’abbeveraggio.

In territorio carsico, l’acqua è, infatti, preziosa, scorrendo in profondità le fonti sono poche ma lungo questa strada forestale se ne incontrano, però, ben sei, tutte illustrate da bacheche che ne descrivono la storia e l’habitat che le circonda. Nella Conca forestale di Malga Laghetto (a 4 km da Lavarone Cappella) parte un’altra emozionante escursione per vivere al massimo il contatto con la natura, assorbirne le energie positive e praticare il tree hugging: il Percorso dei Giganti del Bosco.

In questa foresta che presenta una magnifica concentrazione di imponenti abeti bianchi, fino al 2017, anno in cui è precipitato, viveva il più alto abete bianco d’Europa… Continua a leggere il reportage nell’ultimo numero di That’s Italia che trovi in tutte le edicole.

Per tutte le informazioni, proposte di viaggio, itinerari e approfondimenti

www.alpecimbra.it

 

Per approfondire ti consigliamo di leggere