fbpx

Trovare ristoro dalla calura estiva in un gioiello di natura ancora incontaminato

 

Abbiamo la soluzione perfetta: un bagno rigenerante nel lago d’Idro, in provincia di Brescia

Situato a 368 metri sul livello del mare, il lago d’Idro è il più alto tra i laghi prealpini lombardi e rappresenta la meta ideale per gli amanti della pace, del relax e degli sport estremi.

Incastonato fra le montagne della Valle Sabbia e delle prealpi lombarde, si trova al confine con il Trentino, ed è accarezzato da un vento costante che permette di praticare vela, surf e kitesurf.


Non solo sport acquatici: qui si possono trovare numerosi campeggi e luoghi ideali per chi ama la vita all’aria aperta, la pesca e le lunghe passeggiate nel verde. Le montagne che lo circondano sono inoltre la palestra ideale per gli amanti di mountain bike, ferrate sulla roccia, parapendio, canyoning e attività all’insegna della dinamicità e del divertimento.

Ad accoglierti un paesaggio mozzafiato e tanti servizi per il tuo relax tra noleggio e-bike, pedalò e wind surf, docce, bar, aree picnic. Il tutto condito da ampia disponibilità di parcheggio. E non manca l’attenzione per i nostri amici a quattro zampe: la maggior parte delle spiagge del lago d’Idro è infatti dog friendly.

Iniziamo il nostro viaggio da Anfo, uno dei centri d’eccellenza del lago d’Idro. Il piccolo Comune è famoso per la Rocca d’Anfo, imponente fortezza del XV a picco sul lago, recentemente riaperta alle visite turistiche guidate. La Rocca d’Anfo è una costruzione grandiosa, composta da batterie, mura, torri, caserme: le visite guidate attraversano alcuni dei luoghi più importanti, tra cui la zona veneziana vicino al lago, gli alloggi della parte napoleonica e l’osservatorio.

Interessantissimo il museo allestito dai volontari. Infine, una particolare citazione la meritano le scale che portano in cima alla fortezza e il suggestivo punto panoramico del Belvedere. Rocca d’Anfo, un monumento davvero unico inserito in un contesto ambientale eccezionale. Oggi sede di eventi culturali e aperta alle visite guidate (da maggio a ottobre), le prime tracce di fortificazione sembrano risalire ai primi anni del 1300: per volere dei Visconti fu costruito l’impianto serpeggiante con tratti rettilinei di cortina, che dal lago giungeva fino ai monti. Successivamente, fra il 1450 e il 1490, il complesso fu ampliato sulla scorta di una pesante politica daziaria imposta dalla Repubblica di Venezia circa il controllo dei commerci.

La fortificazione assolveva a due compiti: operava il controllo del confine veneto e della strada a ridosso del lago, e svolgeva una funzione difensiva sull’intera valle. Tra 1798 e il 1802 il sito subì ulteriori modifiche per volere di Napoleone Bonaparte mentre, dopo congresso di Vienna del 1815, complice la nuova situazione politica creatasi con la caduta di Napoleone e il dominio austriaco sul Regno Lombardo-Veneto, la Rocca divenne il massimo avamposto del potere asburgico della Valle Sabbia e il punto di appoggio per garantire la via del Tirolo in caso di ritirata. Dal 1848 al 1866 fu adibito a roccaforte dell’esercito garibaldino in lotta contro gli austriaci. Dal punto di vista architettonico, la struttura è distribuita su una fascia di terreno di forma triangolare, incastonata tra la riva del Lago d’Idro e il versante del monte Censo, fino a raggiungerne quasi la cima, con un dislivello che varia dai 371 ai 1050 metri.

Fare il bagno nel lago d’Idro

Il Lago d’Idro è punteggiato da distese di prato e sassolini in cui vi è la possibilità di noleggiare e-bike, pedalò, SUP paddle e wind surf, con servizio docce, bar, aree picnic. Tutte le spiagge del Lago d’Idro sono libere, hanno ampia disponibilità di parcheggio.

Località “Imbarcadero” (via Rimembranza 12): spiaggia libera con sassi e prato. Servizi: pizzeria a poca distanza, parcheggio camper o auto, dog friendly. Qui si trova la sede del circolo vela Eridio, ed è presente anche uno scivolo per alloggio barche. Spiaggia “Spiaggetta” (via Calcaterra 13): spiaggia libera con sassi e prato. Servizi: noleggio pedalò, barche a vela, barche a motore, sup/windsurf, canoe, noleggio e-bike, bar, servizio doccia. Adatta per bambini. La spiaggia è dog friendly, tuttavia in alta stagione si chiede che i cani facciano il bagno nelle aree laterali. Ma le spiagge del Lago d’Idro non sono assolutamente finite: qui potete trovare altri suggerimenti www.bresciatourism.it/cosa-fare/dove-fare-bagno-lago-idro

Il Lago d’Idro, dove le montagne si riflettono, lasciando tra le increspature dell’acqua, le sfumature del verde, può essere visitato in modo alternativo: il battello, uno stile rilassante e piacevole per scoprire angoli nascosti, scorci romantici e scenari affascinanti.

Per gli amanti del paesaggio lacustre, Idro offre la possibilità di effettuare mini-crociere. Il servizio parte da Lemprato e svolge le seguenti fermate: Crone, Vantone, Anfo, Vesta, Baitoni e Ponte Caffaro. Il Tour del Lago dura circa due ore con la possibilità di fermarsi, gustare le prelibatezze del posto e poi proseguire con il giro.Il servizio è attivo da giugno a settembre

Per tutte le informazioni, proposte di viaggio, itinerari e approfondimenti

www.visitbrescia.it